Non hai paura?


Vivo e viaggio in camper da qualche mese ormai e ieri sera ho aperto su instagram un box con la domanda: “Cosa vuoi sapere sulla vita in camper?” Ho ricevuto tante domande tecniche su come rispondere a necessità quali acqua, gas ed elettricità. Ma tutte le altre domande sono state come queste:


Non hai paura?

“In quanto donna, ti senti sicura a viaggiare da sola?”

“Dormi tranquilla la notte, essendo sola in camper?”


Alla prima domanda ho pensato: “Perché dovrei aver paura?!

Ma leggendo la decima domanda uguale ho pensato: “...Forse dovrei avere paura?

Per rispondere ci ho pensato un po’, mentre guidavo i 400 km di paesaggi stupendi che separano Granada da Alicante, nel nord-est della Spagna.


Ho chiesto alla mia amica Adele un’opinione critica a riguardo e mi ha dato una risposta bellissima: E’ importante differenziare la paura tra: paura in quanto emozione irrazionale e una possibile paura legata ad un rischio statistico.


Se parliamo di rischio statistico: è vero che per una donna* sia più pericoloso girare da sola. Ma questo banalmente anche solo tornare a casa la sera in una strada buia, senza necessariamente dover viaggiare, sia statisticamente più pericoloso che per un uomo* .

Questo è un dato di fatto, tanto quanto sia un dato di fatto che sia statisticamente più rischioso uscire e attraversare una strada, piuttosto che rimanere chius0 in casa.